OVUNQUE TU SARAI: Il Nuovo Romanzo di Fioly Bocca

05:53:00

Elena Palieri e Giò G., Colmar ADV 2014 | Qui per Ovunque Tu Sarai, Fioly Bocca, Ed. Giunti
Ciao! Oggi è una giornata di sole splendida e io scrivo dal mio terrazzo aprendo le narici e i polmoni per lasciare entrare questa sottile aria di primavera che mi riempie la fantasia e mi addolcisce un pochino di più :D

Ci avresti mai creduto? Anche io, biker sempre vestita di borchie e pelle nera, coach che incoraggia, ho una vena romantica e qualche defaillance sentimentale ;)

Si, defaillance, come quando ti scappa quel sorriso trasognato di fronte ad una coppia di anziani mano nella mano oppure come quando ti accorgi che hai paura di amare nonostante con coraggio continui ad amare ancora, forse perchè è nel TUO STILE essere sempre un po' dentro la vita di qualcun altro e lasciare che qualcun altro entri sempre un po' dentro alla tua di vita.

Oggi dal mio terrazzo illuminato dal sole leggero di fine aprile voglio insegnarti un piccolo segreto, così piccolo che da solo, per ossimoro, può cambiarti la vita:

Scegli bene le parole, le scarpe e gli amori se vuoi camminare lontano!

È tutta una questione di stile lo sai? Arrivare lontano. Il senso dello stile, non la volontà di averne, quella ognuno se la disegna addosso e la interpreta a modo suo, ma il vero senso dello stile, come il vero senso delle cose: il motivo per cui le cose esistono o non esistono, lo stile si ha o non si ha.

Anche amare è una questione di stile perchè fa parte della tua natura: le regole che attribuisci all'amore (che sia fraterno, genitoriale o romantico) sono dettate dal tuo modo di essere e non dal tuo voler essere, fanno quindi parte del tuo stile.

Quello stesso stile che metti nelle parole che usi, nel paio di scarpe che indossi e ... si ... anche nel vivere la persona che hai accanto.

Ma ti chiedo:

E se l'uomo/la donna che hai accanto non fosse li per una tua scelta ma per un reale e connaturato senso di esserti accanto? 

Una persona che riesce a farsi largo in un luogo imprecisato tra il cervello, il basso ventre e il cuore senza che tu le dia il permesso.

Lo fa e basta. Senza accorgersene. Senza pianificare. Entra dentro di te e si dimentica sempre dentro una parte di sè quando se ne va.

"Ma quando scatta davvero l'amore? Quando si accende quella spia luminosa che non ti permette più di concentrarti sulle cose che fino al giorno prima facevi con la meccanicità di un automa. A un certo punto niente è più degno della tua attenzione: mentre guidi pensi a come lui potrà mai stringere le mani sul volante, ti lavi i denti e vedi i suoi occhi fissarti attraverso lo specchio, cucini un piatto di spaghetti e ti chiedi se preferisca il peperoncino o il pepe. 

Chissà se l'innamoramento è una scossa improvvisa come uno sparo nel buio o se si tratta invece di una scìa che si insinua tra i pensieri e li trasforma, la bava di una lumaca che cammina piano lucidando appena la strada che si lascia dietro" (Fioly Bocca, Ovunque Tu Sarai, Ed. Giunti)

Come Anita, la protagonista "graziosa, un contentino per chi non può avere di più" di Ovunque Tu Sarai, il romanzo di Fioly Bocca edito da Giunti in uscita l'8 aprile 2015, anche io mi interrogo sul senso di avere accanto una persona.

In particolare sul senso di avere accanto quella persona che mi vive addosso da 6 anni: Giò, 6 anni insieme il 20 aprile.

Elena e Giò, 6 anni insieme imparando a non pestarsi i piedi mentre si balla la stessa musica, quel mix di Country Americano, Rock e Hip Hop che fa da colonna sonora alla nostra storia

Elena e Giò, 6 anni in cui, come Anita e Tancredi, siamo cresciuti insieme restandoci a fianco, aggiustando al bisogno la distanza per camminare senza intralciarci e senza allontanarci troppo tra nuovi incontri e desideri imprevisti

Elena e Giò, senza mai chiedersi "Per quanto tempo è per sempre?" ma vivendo anche un solo secondo attraverso gli occhi dell'altro per entrarci dentro un po' di più

Elena e Giò, al contrario di Anita e Tancredi, attraverso una fotografia fermano l'attimo (Lui) e riscrivono la storia (Lei) sulla scìa accecante delle cose comuni

Elena e Giò che vivono vite diverse intrecciandole ogni giorno per avere sempre qualcosa da raccontarsi

Da Elena, che scrive sui muri ogni passo nutrendosi delle emozioni, quelle che stanno tra il cervello, il basso ventre e il cuore

A Giò, che le vive sempre accanto

Elena e Giò, 6 anni insieme

Anita e Tancredi: Ovunque Tu Sarai
Fioly Bocca, Ed. Giunti
8 Aprile 2015

Ovunque Tu Sarai racconta in realtà di un'Anita che in fondo si nasconde un po' dentro ognuno/a di noi: 
insoddisfatta dal lavoro e da una vita che non le appartiene incontra, durante un viaggio, un uomo che in un solo secondo è capace di leggerle dentro e al quale lei apre cuore e cervello per raccontare tutto e vivere la sua stessa vita attraverso le emozioni di quest'uomo sconosciuto ... Ma non ti dico di più perchè le emozioni io voglio che tu le viva con il TUO CUORE, la TUA TESTA e soprattutto con il TUO STILE  ;)
Elena


You Might Also Like

0 commenti

THANKS FOR YOUR COMMENTS

Popular Posts

Like us on Facebook

Instagram @ElenaPalieri_Officiale