Un po' di me | Ricordati perchè hai iniziato

02:04:00



Per me, il mese di maggio 2017, rappresenta il segno di una storia che cambia: la mia. Sono cambiate così tante cose negli ultimi 30 giorni che mi sembra siano passati anni. 

Ho compiuto 29 anni lo scorso 27 aprile, la soglia dei 30 e sin da bambina immaginavo i miei 30 anni in maniera completamente opposta, eppure le cose sono andate diversamente. Forse per mio volere, forse per volere di una forza superiore, forse perché dovevano semplicemente andare così, non so. 
Negli ultimi 30 giorni ho visto i miei obiettivi di una vita sgretolarsi davanti ai miei occhi, ed io ero li, ad osservarli impotente mentre andavano in frantumi, non ho potuto fermare il corso di un fiume in piena che, nella sua folle corsa, ha spazzato via tutto. 

Regalando il mio sogno a qualcun altro. 

Ho pianto (si, piango anche io), ho urlato, contro il mondo e contro Dio, chiedendomi 726 volte il perché mi stesse facendo così tanto male. Ho spento la voce e oscurato la luce, ho chiuso fuori chiunque nascondendo le ferite ancora aperte dietro ad un sorriso bugiardo, irriverente e cattivo. 

Poi una mattina un appuntamento importante, programmato mesi prima che il mio castello crollasse, sono rotolata giù dal letto, mi sono guardata allo specchio e ho detto basta. Ho ripreso il controllo delle emozioni, quelle che ti fottono in un secondo se non impari a tenerle al guinzaglio. Ho ripensato al perché avevo iniziato. 

Ho indossato i miei jeans più belli, che fanno un effetto push da paura e un anello con i diamanti, che illumina il sorriso non per le pietre ma per la luce bellissima di chi me lo ha regalato. 

Ci sono momenti bui, ma bui per davvero, ma mollare tutto non ha molto senso a meno che tu non abbia davvero il coraggio di farlo e anche facendolo cosa ne otterresti? Solo il passaggio del tuo fardello dalle tue spalle alle spalle innocenti di qualcun altro. 

Il 3 aprile 2017 ho ripreso in mano la mia vita. Con le ferite ancora visibili mi sono presentata per il mio esame, ho preso la patente (ebbene si, non avevo ancora la patente , ridicolo vero? Eppure... i miei limiti umani esistono). 3 giorni dopo ho iniziato ad imparare a guidare la moto. Ho preso la moto di Giò condividendo con lui le emozioni da cui abbiamo iniziato, quelle belle. 

Ho lasciato il mio posto di lavoro fisso ma ormai giunto al capolinea e mi sono ricordata il perché ho iniziato: per creare. Per offrire alle persone emozioni, e colori, e parole studiate per colpire il cuore. 

Ho conosciuto una persona speciale in questi mesi, che mi ha teso la mano stringendo al tempo stesso la mia in un equilibrato domino di emozioni, e proprio con questa persona, insieme, abbiamo trovato il modo di riprendere in mano le redini della nostra vita e abbiamo dato vita a quello per cui, entrambi, anni fa, abbiamo incominciato. 

Pensavo fosse la fine del mondo, con la rabbia nel cuore, con l'odio, l'amore, con l'anima che si pente metà e metà, ma in 4 parole ... Io sono ancora qua. 
Elena 


You Might Also Like

2 commenti

  1. All’inizio mi hai creato tanta angoscia, mi sembra che tu fossi entrata in un vicolo cieco, senza uscita. Poi ho letto tutto d’un fiato, sino a quando ciò che stavo leggendo mi ha rasserenato. Ho provato tanta gioia, non te lo nascondo, quando hai descritto un epilogo felice della vicenda. Sei stata bravissima a reagire, a lottare. Non tutto il male vien per nuocere, non è una frase fatta. Si cade e ci rialza. Tante volte nella vita. Ci vuole fiducia, coraggio, puntiglio. Non serve dimostrarti solidarietà e affetto per la disavventura che hai descritto all’inizio, serve assai di più dimostrarti grande ammirazione e stima per la tua capacità di ricominciare con slancio e determinazione una nuova fase della tua vita. Credi in ciò che fai e che farai. L’ottimismo e l’entusiasmo ti porteranno lontano, verso gli orizzonti e le frontiere che desideri. Un enorme abbraccio.
    Scoiattolina


    RispondiElimina
  2. sei la donna forte!
    un abbraccio! :-)

    RispondiElimina

THANKS FOR YOUR COMMENTS

Popular Posts

Like us on Facebook

Instagram @ElenaPalieri_Officiale