#BodyPosiTeamIT : il Mio Corpo, la Rappresentazione 3D perfetta delle Mie Idee

06:00:00



Quando insieme a Marged e Miria abbiamo fondato il Bodypositeam (contraendo i termini Body Positive e Team, per indicare una squadra mirata a comunicare un concetto di "corpo", fisicità e non solo, positivo) non avrei mai pensato di arrivare fino a qui. 

Il Bodypositeam è un gruppo coeso e intelligente, che diffonde ogni mese un messaggio positivo di auto accettazione, attraverso il gioco della moda. 
Ma che cosa rappresenta per me oggi, il raggiungimento del successo di questo gruppo? 
Di seguito la mia intervista, con le domande elaborate da Valentina (parte super importante del Bodypositeam) e le opinioni di tutti i miei colleghi: MARGED, VALENTINA, DANA, IRENE e MIRIA, i blogger che hanno reso grande questa splendida squadra. ENJOY 😎

Che rapporto hai con il tuo corpo?
Bellissimo. Nonostante il mio corpo sia un puzzle di imperfezioni, terribili da affrontare secondo il concetto di perfezione che i fashion media tradizionali spesso divulgano. 
Tuttavia io ne sono innamorata. 
Ho 15 tatuaggi. tutte le sere, prima di entrare nella doccia, mi guardo allo specchio e osservo quanto  il ramo che mi attraversa la schiena sia perfettamente appoggiato lungo la curva delle mie vertebre, la mia fragola con il cioccolato tatuata sulla spalla, così come cupcakes (uno per ogni gamba) sono un malizioso affronto che accentua beffardo l'imperfezione che mi porto addosso. E così via. 
Ho i capelli di un banale castano, così banale che ha quasi un suo perché e non lo cambierei per niente al mondo.
Ho un corpo sopra la media. Ma è il mio corpo. Una rappresentazione 3D perfetta, un gioco di pieni e vuoti che disegna le mie emozioni, le mie voglie e le mie paure. Ogni cicatrice è un pezzo della mia storia. Ogni curva è malizia conquistata. Ogni imperfezione è un pezzo di vergogna cancellata. 
Che rapporto ho con il mio corpo? Ne sono innamorata.

Come mai hai deciso di aprire un blog e diffondere un messaggio di Body Positive? 
Ho aperto Mixelchic quando avevo 22 anni. Neo Laureata e in cerca del mio posto nel mondo. Indaffarata tra mille obiettivi da conquistare, eppure sapevo che cosa volevo dalla vita: volevo ogni mattina indossare un bel vestito, andare in un bell'ufficio e stringere la mano a persone importanti che avrebbero potuto trasmettermi lezioni di vita importanti. Ma per ottenere l'attenzione di queste persone importanti avevo bisogno di uscire dal mio guscio, essere più consapevole, intraprendente e capire meglio come girava il mondo. Mettermi in gioco in prima persona mi è sembrata la scelta migliore. Il fenomeno dei fashion blogger iniziava a prendere piede e così ho cavalcato l'onda facendola mia poco a poco. Mettermi in vetrina mi ha permesso di uscire dal guscio e imparare a valorizzarmi esteticamente e culturalmente. Il resto è venuto da sé.

Perché ho scelto di diffondere un messaggio di Body Positive? 
Perché troppe persone, redazioni giornalistiche autorevoli falsoperbeniste e Maison offendono troppo spesso l'estetica altrui. L'estetica, quel riflesso della bellezza interiore che abbiamo dentro. E nessuno ha il diritto di fare questo ad un altro essere umano. Nessuno ce l'ha. 
Io ho combattuto da sola per raggiungere la mia consapevolezza, ma mi batterei mille volte e mille volte ancora per sostenere anche una sola persona che si senta inferiore a questa società. 
Il tuo corpo sei tu. Fallo tuo e lui sarà la tua arma migliore per conquistare questo mondo e vincere. Il tuo corpo è lo specchio di quello che sei: unica, un pezzo unico. Fai del tuo corpo la tua unicità. Della tua unicità la tua vittoria. 

Che cosa significa Body Positive per te?
Consapevolezza. Estetica differente. Pensare Body Positive significa comprendere il valore della propria unicità e concepire che questa unicità si riflette sull'immagine che diamo di noi al mondo. E quando avremo raggiunto questa consapevolezza non sarà più il mondo a dirci quali sono le caratteristiche che rendono un corpo "bello", positivo, ma saremo noi a insegnare al mondo la positività di un corpo non targettizzato, di un corpo libero, del corpo splendido a immagine delle persone libere. 
Elena 

You Might Also Like

4 commenti

  1. Ele, cara Ele... anzitutto grazie della menzione speciale, non ho fatto proprio nulla di che! ;) In secondo luogo... quanta verità sento nelle tue parole e quanto mi ci ritrovo! Soprattutto quando dici che ogni cicatrice è un pezzo della tua storia, ho scritto qualcosa di simile anche io. E' così, i nostri corpi non sono perfetti, ma sono i nostri. Sono il frutto di una vita di sfide e battaglie, ci hanno sempre accompagnato e sostenuto, anche se non hanno una taglia regular.

    RispondiElimina
  2. Elena, adoro le tue descrizioni, riesci a farmi immaginare esattamente ciò di cui stai parlando. Leggere i vostri post sul tema si sta rivelando davvero interessante, è incredibile vedere quanto ognuna di noi nella sua diversità riesca poi a far convergere il tutto all'interno di un bacino comune.

    RispondiElimina
  3. Ciao Ele! Che bella la frase rappresentazione 3d perfetta, ti si addice proprio! Hai ragione i nostri corpi non sono perfetti, ma raccontano chi siamo e fanno parte di noi. Spero proprio che questo gruppo con il suo messaggio di body positive aiuti altre persone a stare bene con se stessi e il proprio corpo!
    Un abbraccio
    Irene

    RispondiElimina
  4. Adoro la determinazione, la convinzione e la positività che traspaiono dalle tue parole!

    RispondiElimina

THANKS FOR YOUR COMMENTS

Popular Posts

Like us on Facebook

Instagram @ElenaPalieri_Officiale